Shakespeare su Google Drive

La caratteristica di Google Drive ("Google Documents") è quella di risiedere sul server del motore di ricerca più conosciuto e utilizzato della rete. I vari servizi che questa suite è in grado di offrire vengono lanciati da remoto, e non richiedono l'installazione di alcun software sul computer locale: è necessario avere un account su Google del tipo [email protected] che viene rilasciato gratuitamente attraverso una semplice e veloce registrazione. I dati vengono salvati anch'essi in remoto: non risiedono cioè sul nostro computer ma sul server di Google. Grazie a questa caratteristica si possono condividere i nostri file con altri utenti; si possono caricare file creati in precedenza (documenti di testo, presentazioni, fogli di calcolo, pdf, ecc) organizzandoli in cartelle. Il materiale può essere pubblicato on line e così embeddato in un blog. Questa modalità di lavoro rappresenta già da tempo una risorsa notevole per gli insegnanti, che possono in questo modo realizzare degli ambienti di apprendimento e di condivisione delle loro lezioni. Ad esempio, i materiali che i docenti preparano per la LIM possono essere salvati nel formato PDF e caricati nell'ambiente di Google Documents per essere messi a disposizione degli studenti. Come nel caso di questa presentazione su William Shakespeare.