Utilizzare i video in una lezione

L’impiego dei video può risultare molto utile per iniziare una lezione con la Lavagna interattiva. Soprattutto per il Novecento letterario la grande disponibilità di documenti e filmati trasforma la modalità frontale in un’occasione di confronto-commento e condivisione delle risorse.
Un esempio di partenza – che abbiamo inserito con il codice embed scegliendo in Condividi > Incorpora presente nella barra di comando dei video – è quello offerto da questa clip tratta dal film Il rosso e il blu, ispirato al libro di Marco Lodoli.

Nella pagina iniziale di YouTube, lo strumento maggiormente utilizzato per la condivisione e la consultazione di materiale audio-video, è possibile effettuare ricerche; registrare un proprio account (che permette all’utente di caricare i propri video o di creare delle playlists personali); salvare e scaricare i materiali presenti; aggiungere l’indirizzo del video che ci interessa nella lista dei preferiti.
Il docente è così in grado di allestire, anche in tempi relativamente brevi, una serie di risorse da riprodurre in classe e integrare con testi, immagini, documenti, grafici, carte geografiche o storico-politiche, mappe concettuali, riferimenti ad altri ambienti di apprendimento. Abbiamo creato in questo modo un contenuto digitale fatto di assets che possono essere riutilizzati, condivisi in rete e messi a disposizione degli studenti.

Ottimi ambienti di risorse didattiche video sono quelli della RAI in cui si trovano filmati e interviste che riguardano scrittori del Novecento letterario (Maestri del 900), e il Magazine Arte News, con video didattici su artisti e movimenti pittorici.

Dalla collaborazione tra la RAI e il Ministero della Pubblica istruzione è nato il portale Medita, la Mediateca Digitale Italiana, che propone un vastissimo catalogo di filmati, oggetti digitali, applet dimostrativi: in questo ambiente viene richiesta una registrazione gratuita che permette la creazione di una playlist da cui si può in seguito accedere facilmente ai materiali.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.